Lo Sapevi che...

le sale operatorie sono considerati ambienti a rischio, sia per i pazienti che per gli operatori sanitari che vi lavorano?
Approfondisci

Informazioni o preventivi?

Puoi chiamarci allo [+39] 0385.938020 oppure

Contattaci direttamente

Alisea News

12/09/2017

Certificazione ANMDO

La gestione igienica degli impianti di trattamento aria è un elemento di fondamentale importanza, per garantire una corretta qualità dell’aria respirata in ambiente indoor.  Come molti sanno, a livello internazionale le linee guida più conosciute, complete ed evolute in questa materia sono le ACR 2013 della NADCA (The HVAC Inspection, Cleaning and Restoration Association – www.nadca.com ).

Leggi Tutto

07/07/2017

LEGIONELLA E TORRI EVAPORATIVE

Una torre di raffreddamento è uno scambiatore di calore gas-liquido nel quale la fase liquida cede energia alla fase gassosa, riducendo così la propria temperatura. L’argomento è di grande attualità in quanto le torri di raffreddamento sono gli impianti maggiormente a rischio per la proliferazione del batterio Legionella.

Leggi Tutto

Criticità di qualità aria indoor nelle scuole

Criticità di qualità dell’aria indoor nelle nostre scuole

Da alcuni materiali di studio preparati a cura del Gruppo di Lavoro GARD-I Progetto n°1 “Programma di prevenzione per le scuole dei rischi indoor per malattie respiratorie e allergiche”, si può evincere la situazione degli edifici scolastici in Italia riguardante i rischi indoor per malattie respiratorie.
Si stima che il 15% della popolazione, pari a circa 10.000.000 persone, fra alunni e docenti, studi o lavori ogni giorno in circa 45.000 edifici pubblici su tutto il territorio nazionale. Nelle strutture scolastiche italiane si rilevano numerose criticità igienico sanitarie e di qualità dell’aria indoor, attribuibili a problematiche di tipo ambientale (legate all’aria di insediamento dell’edificio), a carenze progettuali, architettoniche, edilizie o a carenze gestionali (es. operazioni di pulizia e manutenzione); manca, una normativa organica e aggiornata volta a disciplinare i requisiti igienici e funzionali degli ambienti scolastici, come ad esempio: standard di ventilazione/valori guida e valori soglia di qualità dell’aria, commisurati alle peculiarità della popolazione esposta ed in particolare alle esigenze fisiologiche dell’organismo umano in età evolutiva; manca, inoltre, una chiara regolamentazione sull’attribuzione di compiti e responsabilità.
I pochi studi epidemiologici sulla qualità dell’aria nelle scuole ed i risvolti sulla salute degli studenti, condotti nell’ambito di progetti Europei (come i progetti HESE e SEARCH), hanno evidenziato la stretta relazione tra esposizione ad inquinanti indoor e comparsa di sintomi respiratori ed allergici nell’infanzia. La sintomatologia descritta può compromettere in modo significativo la qualità della vita degli studenti e la loro performance scolastica.

Leggi qui l'articolo completo: Tecnica della scuola