Lo Sapevi che...

gli impianti di climatizzazione vanno incontro ad una fisiologica contaminazione da polveri ed agenti microbiologici?
Approfondisci

Informazioni o preventivi?

Puoi chiamarci allo [+39] 0385.938020 oppure

Contattaci direttamente

Alisea News

12/09/2017

Certificazione ANMDO

La gestione igienica degli impianti di trattamento aria è un elemento di fondamentale importanza, per garantire una corretta qualità dell’aria respirata in ambiente indoor.  Come molti sanno, a livello internazionale le linee guida più conosciute, complete ed evolute in questa materia sono le ACR 2013 della NADCA (The HVAC Inspection, Cleaning and Restoration Association – www.nadca.com ).

Leggi Tutto

07/07/2017

LEGIONELLA E TORRI EVAPORATIVE

Una torre di raffreddamento è uno scambiatore di calore gas-liquido nel quale la fase liquida cede energia alla fase gassosa, riducendo così la propria temperatura. L’argomento è di grande attualità in quanto le torri di raffreddamento sono gli impianti maggiormente a rischio per la proliferazione del batterio Legionella.

Leggi Tutto

Inquinamento e cambiamenti climatici

British Medical Journal: "Inquinamento e cambiamenti climatici, l'OMS dichiari lo stato di emergenza"

I cambiamenti climatici rappresentano anche un problema sanitario, così rilevante che l'Oms "dovrebbe dichiarare lo stato di emergenza per la salute pubblica". E' l'appello lanciato dal direttore editoriale del British Medical Journal (BMJ), Fiona Godlee, che sottolinea come ci sia consenso scientifico sulla minaccia del riscaldamento globale sulla salute e sulla sopravvivenza del genere umano.

Godlee ricorda che l'Ipcc, l'organizzazione intergovernativa sui cambiamenti climatici, ha concluso che il pianeta sta diventando più caldo e che il primo responsabile e l'attività umana. "La temperatura media globale - scrive - è aumentata di circa mezzo grado negli ultimi 50 anni. Gli effetti di questo aumento sulle condizioni meteo sono già visibili. I livelli del mare stanno aumentando, le calotte polari si stanno sciogliendo". L'Ipcc ammonisce che anche con un taglio radicale, e quasi immediato, delle emissioni dei gas serra, il riscaldamento globale continuerebbe, mentre se le emissioni non saranno ridotte le temperature potrebbero aumentare di più di 4 gradi entro il 2100 rispetto ai livelli dell'era pre-industriale.

I benefici per la salute delle azioni di contrasto ai cambiamenti climatici, rileva Godlee, sarebbero peraltro sostanziali, se si considera, ad esempio, che l'utilizzo di combustibili fossili causa circa 7 milioni di morti premature dall'inquinamento indoor e outdoor. "I benefici di stili di vita a basso utilizzo di carbonio - sostiene il direttore editoriale del BMJ - sono tassi più bassi di obesità, diabete e tumori".

Leggi qui l'articolo completo: Eco dalle Città